Lo scorso anno, per gli ottavi contro lo Shakhtar all’Olimpico accorsero 47mila persone a sostenere i giallorossi, stavolta si dovrebbe superare la quota dei 50mila.

Sergio Conceição, allenatore del Porto ed ex giocatore della Lazio, ha già acceso la sfida il 17 dicembre scorso, rispondendo a Francesco Totti che riteneva fortunata la Roma per aver pescato la squadra portoghese. “Non mi interessano le sue parole, gli dico solo forza Lazio”. La miccia è accesa, non che ci sia bisogno di queste provocazioni per scaldare i tifosi romanisti, però il carico da dieci non si è fatto attendere, per l’ex centrocampista bianco celeste l’accoglienza sarà molto calda. Il Porto, capolista nel campionato portoghese, arriva a questa sfida dopo due pareggi consecutivi, contro Vittoria Guimaraes e Moreirense, due mezzi passi falsi che hanno permesso al Benfica di accorciare ad un solo punto di distanza. Conceição avrà problemi di formazione, dovrà fare a meno dello squalificato Corona e dell’infortunato Marega, in pratica due terzi dell’attacco titolare. Per quanto riguarda la Roma Di Francesco recupera Manolas, in forse Olsen che non ha ancora smaltito il problema al polpaccio. A centrocampo tornerà Daniele de Rossi, che proprio contro il Porto si fece espellere nella gara di ritorno dei playoff di Champions del 2016. Gara difficile e incerta, come tutte le sfide a questo livello, però confidiamo negli uomini di Di Francesco, il successo è decisamente alla loro portata. Il segno 1 si gioca a quota 2,05. Daje Roma!