Si gioca in quello che è considerato il tempio del calcio, anche se il vecchio Wembley non c'è più, al suo posto un impianto moderno e a dimensione di tifoso.

Il Tottenham è reduce da un successo che fa rumore: 3-1 al Chelsea di Maurizio Sarri. La squadra di Pochettino impressiona per razionalità ed efficenza, un 4-2-3-1 che non prevede ali ma interni capaci di saltare l'uomo, accentrarsi e fare gol. Gli Spurs hanno dalla loro anche una facilità di palleggio che produce numeri impressionanti, la media del possesso palla in Premier League è al 58%. Di contro c'è da dire che il Tottenham ha una difesa non impeccabile: in Champions sono 9 i gol incassati in 4 partite, numeri non proprio esaltanti. L'Inter dovrà pensare a coprirsi e a ripartire in contropiede, approfittando degli spazi gentilmente concessi. I Nerazzurri si qualificano agli ottavi se escono imbattuti da Wembley. Il Tottenham ha 3 punti in meno dell'Inter e quindi è obbligato a giocare il tutto per tutto per vincere l'incontro. In caso di vittoria degli inglesi sarebbe pertanto decisiva l'ultima giornata. Per l'Inter è la partita della verità, uscire dal tempio del calcio con almeno un pareggio darebbe un senso compiuto a questa stagione. Superare la fase a gironi ed accedere agli ottavi vorrebbe dire incamerare una cifra intorno ai 50 milioni di euro, un tesoro che fa gola ad entrambe le società. L'inter nelle 4 partite di Champions ha segnato 5 gol e ne ha subiti altrettanti, per gli Spurs 7 reti all'attivo e, come abbiamo ricordato in precedenza, ben 9 al passivo. La sensazione è che le reti non mancheranno. Difficile fare un pronostico, indubbiamente Kane e compagni sono i favoriti, il segno 1 è bancato a 1,70, il pareggio a 3,85, mentre la vittoria dell'Inter arriva quasi a 5 (4,95). La nostra scelta cade sull'1X + OVER 2,5 che è quasi al raddoppio (1,95).

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, de Vrij, Asamoah; Brozovic, Vecino; Politano, Nainggolan, Perisic; Icardi

Tottenham (4-2-3-1): Lloris; Aurier, Vertonghen, Alderweireld, Davies; Sissoko, Dier; Lucas Moura, Eriksen, Alli; Kane