Arezzo-Juventus U23, lunedì mattina, vedeva nettamente favoriti alle quote gli amaranto di Alessandro Dal Canto.

Queste le quotazioni all'apertura del palinsesto: 1,65 la vittoria dell'Arezzo, 3,20 il pareggio, e ben 5,10 la vittoria bianconera. Ieri pomeriggio la quota del segno 2 ha iniziato ad abbassarsi fino ad arrivare a circa 2,70. Verso le 17 la Snai e la Sisal Matchpoint hanno addirittura tolto la partita dal palinsesto. Se i bookmakers abbassano le quote di un avvenimento è perché sono a conoscenza di notizie che secondo loro influenzeranno l'andamento di un incontro. Inoltre i bookmakers comunicano tra loro, scambiandosi preziose informazioni su puntate particolarmente alte o anomale, il tutto per massimizzare i profitti ed evitare perdite di denaro. Le brusche oscillazioni di quote, che gli inglesi chiamano "Dropping Odds", possono essere generate da tanti motivi e di varia natura, come ad esempio assenze improvvise di giocatori titolari colpiti da improvvisa influenza. Ogni settimana almeno una decina di partite subiscono il Dropping Odds, e nella maggioranza dei casi il segno che subisce un calo drastico poi alla fine esce. Nel caso specifico di Arezzo-Juventus U23 il calo della quota potrebbe essere stato determinato dalla notizia dello sciopero dei tifosi della curva sud Lauro Minghelli, i quali resteranno fuori in segno di protesta contro l'introduzione in serie C delle squadre B (nel caso specifico la Juventus U23). Ovviamente siamo nel campo delle ipotesi. Non tutti i bookmakers hanno deciso di ritirare la partita dal palinsesto, Eurobet la propone con la vittoria dell'Arezzo a quota 2,20. Poco fa Snai e Sisal hanno di nuovo inserito la partita nel loro portale.