Ultima giornata di campionato di serie C, nel girone A ancora tutto da decidere in chiave play-out.

L'Arezzo, che fino a due mesi fa sembrava spacciato, si gioca la possibilità di salvarsi direttamente senza spareggi. Per riuscire nell'impresa deve vincere a Carrara e sperare che il Prato non superi in casa il Siena. Non sarà semplice ma la squadra di Pavanel è stata capace nell'ultimo mese di vincere contro Livorno, Siena e Pisa, rispettivamente prima, seconda e terza della classifica finale. Dobbiamo sempre presente che senza la penalizzazione di 15 punti oggi l'Arezzo sarebbe a quota 49 in classifica, al pari del Piacenza e in piena zona play-off. Aggiungiamoci la crisi societaria della gestione Ferretti che ha fatto temere il peggio nel momento più delicato del campionato e che ha influito non poco sul rendimento della squadra. Adesso è tornata la tranquillità, è stata costituita una nuova società con la cordata degli imprenditori Giorgio La Cava, Massimo Anselmi insieme al comitato "Orgoglio Amaranto" che raggruppa i tifosi più appassionati. La Carrarese con 55 punti in classifica occupa la quarta posizione insieme a Monza e Viterbese, ma in caso di arrivo a pari merito è penalizzata dalla classifica avulsa. Contro l'Arezzo mancheranno i due bomber Coralli e Tavano che in questa stagione hanno segnato molti gol. Tra le mura amiche dello Stadio dei Marmi gli uomini di Silvio Baldini hanno raccolto 10 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte. L'Arezzo è obbligato a vincere e sperare in buone notizie dal match Prato-Siena. Il segno 2 ha una quota molto alta (a 6,00) e credo che costituisca una bella tentazione. Fiducia agli amaranto di Massimo Pavanel.